In che cosa consiste l’iniziativa?

L’iniziativa popolare federale «No all’allevamento intensivo in Svizzera» chiede che la detenzione industriale di animali da reddito cessi entro i nostri confini nazionali. Traccia la via di un consumo equo e consapevole di prodotti di provenienza animale, per il bene degli animali, delle persone e dell’ambiente. Auspica il ritorno a un’agricoltura rispettosa delle risorse, che conta su una produzione naturale e rispettosa degli animali.

L’agricoltura svizzera è confrontata alla tendenza globale all’intensificazione e alla concentrazione della produzione zootecnica. Le piccole aziende contadine non resistono alla pressione esercitata sui prezzi. Devono produrre più carne a un prezzo inferiore. Nel frattempo appaiono le «fabbriche di animali» che trascurano il benessere degli animali, somministrano regolarmente antibiotici e importano enormi quantità di foraggio dall’estero. È ora che tutto questo cambi!

Iniziativa

Per abbonarsi alla newsletter (francese)

Si iscriva per ricevere la nostra newsletter e rimanga al corrente circa il progresso dell’iniziativa!

Un triplo problema

Lo sfruttamento industriale degli animali da reddito è devastante nei confronti degli animali, delle persone e dell’ambiente.

Sofferenze animali

L’allevamento intensivo causa enormi sofferenze agli animali. Cospicui gruppi di animali sono detenuti in uno spazio esiguo. Le loro necessità fondamentali vengono trascurate.

Aspetti sanitari

L’allevamento intensivo nuoce alla salute pubblica. In Svizzera vengono somministrati ogni anno quai 50 tonnellate di antibiotici agli animali da reddito. Ciò è deleterio anche per gli esseri umani.

Ambiente

L’allevamento intensivo usa le risorse in modo inefficiente e inquina le acque e l’atmosfera. Le sue enormi emissioni di gas a effetto serra accelerano inoltre il cambio climatico.

Un triplo problema

Lo sfruttamento industriale degli animali da reddito è devastante nei confronti degli animali, delle persone e dell’ambiente.

Sofferenze animali

L’allevamento intensivo causa enormi sofferenze agli animali. Cospicui gruppi di animali sono detenuti in uno spazio esiguo. Le loro necessità fondamentali vengono trascurate.

Aspetti sanitari

L’allevamento intensivo nuoce alla salute pubblica. In Svizzera vengono somministrati ogni anno quai 50 tonnellate di antibiotici agli animali da reddito. Ciò è deleterio anche per gli esseri umani.

Ambiente

L’allevamento intensivo usa le risorse in modo inefficiente e inquina le acque e l’atmosfera. Le sue enormi emissioni di gas a effetto serra accelerano inoltre il cambio climatico.

Articoli attuali e comunicati stampa